Articoli con tag: Madre

Etno-chic

Aveva un nome bello e audace che la legava al passato e un cognome al tempo stesso secco e languido. Entrò nella vita di mio nonno come una schioppettata, ridendo. E vi portò l’esotico bagaglio di molte lingue; una babele

Etno-chic

Aveva un nome bello e audace che la legava al passato e un cognome al tempo stesso secco e languido. Entrò nella vita di mio nonno come una schioppettata, ridendo. E vi portò l’esotico bagaglio di molte lingue; una babele

Les blogueuses

L’otto marzo è passato da un pezzo e, di solito, non è una ricorrenza che io festeggi con grande slancio, appartenendo a quella  categoria di signore, signorine e fanciulle, che sono così profondamente femministe nell’animo e nei comportamenti, da non

Les blogueuses

L’otto marzo è passato da un pezzo e, di solito, non è una ricorrenza che io festeggi con grande slancio, appartenendo a quella  categoria di signore, signorine e fanciulle, che sono così profondamente femministe nell’animo e nei comportamenti, da non

Isadora, j’adore

Non è stata la sola giovane ragazza americana di buona famiglia a sbarcare in Europa in cerca di successo; si può dire che in quegli anni ne arrivassero a frotte, e di molte si è perso il ricordo. Isadora, però,

Isadora, j’adore

Non è stata la sola giovane ragazza americana di buona famiglia a sbarcare in Europa in cerca di successo; si può dire che in quegli anni ne arrivassero a frotte, e di molte si è perso il ricordo. Isadora, però,

Il gesto di Ettore

In principio c’era suo padre, che la lanciava in aria, così in alto che le si mozzava il respiro in gola, e poi la afferrava al volo e la avviluppava in un abbraccio potente. Se gli appoggiava l’orecchio al petto,

Il gesto di Ettore

In principio c’era suo padre, che la lanciava in aria, così in alto che le si mozzava il respiro in gola, e poi la afferrava al volo e la avviluppava in un abbraccio potente. Se gli appoggiava l’orecchio al petto,

Il sogno di mia madre

Ecco una prima selezione di immagini del mio studio di teatro-danza su Il sogno di mia madre, da un racconto della scrittrice canadese  Alice Munro. Era in cartellone a Spoleto, con gli attori diplomandi dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico,

Il sogno di mia madre

Ecco una prima selezione di immagini del mio studio di teatro-danza su Il sogno di mia madre, da un racconto della scrittrice canadese  Alice Munro. Era in cartellone a Spoleto, con gli attori diplomandi dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico,