Articoli con tag: bambini

30 anniper_mail

Auguri!

Festeggiamo  i 30 anni di danza  dell’associazione Choronde, a Roma, insieme a tutti voi, il 3 marzo prossimo, in via Cesare Balbo 4 dalle 17,30 alle 20. Non mancate! 

30 anniper_mail

Auguri!

Festeggiamo  i 30 anni di danza  dell’associazione Choronde, a Roma, insieme a tutti voi, il 3 marzo prossimo, in via Cesare Balbo 4 dalle 17,30 alle 20. Non mancate! 

Il girotondo

C’è qualcosa di maggiormente compiuto e gioioso, di più elementare e condiviso del girotondo? È una danza di gruppo. È trasversale, presente in tutte le culture, ad ogni livello sociale e va bene per tutte le generazioni. È democratico perché

Il girotondo

C’è qualcosa di maggiormente compiuto e gioioso, di più elementare e condiviso del girotondo? È una danza di gruppo. È trasversale, presente in tutte le culture, ad ogni livello sociale e va bene per tutte le generazioni. È democratico perché

Istruzioni per l’uso

Istruzioni per l’uso dell’ Anno Nuovo: darsi tempo, prenderla con calma, dolcemente; ascoltare se stessi, darsi più retta. Fare come Emma: danzare piano, per non farsi male! Molti auguri a tutte e a tutti per un 2011 sensibile, responsabile e

Istruzioni per l’uso

Istruzioni per l’uso dell’ Anno Nuovo: darsi tempo, prenderla con calma, dolcemente; ascoltare se stessi, darsi più retta. Fare come Emma: danzare piano, per non farsi male! Molti auguri a tutte e a tutti per un 2011 sensibile, responsabile e

Due diverse prospettive

Corpo in due situazioni: sdraiato a terra, sul piano orizzontale e in piedi, lungo l’asse verticale della forza di gravità. Vittoria, piccola studentessa di danza, sintetizza così il concetto di ribaltamento dell’asse corporeo.

Due diverse prospettive

Corpo in due situazioni: sdraiato a terra, sul piano orizzontale e in piedi, lungo l’asse verticale della forza di gravità. Vittoria, piccola studentessa di danza, sintetizza così il concetto di ribaltamento dell’asse corporeo.

Un nuovo anno comincia…

Si parla naturalmente di anno scolastico, e soprattutto di corsi di danza che riprendono con il mese di ottobre un po’ in tutte le scuole private e pubbliche della penisola italiana. Con l’importante novità dell’apertura dei Licei coreutici, ancora troppo

Un nuovo anno comincia…

Si parla naturalmente di anno scolastico, e soprattutto di corsi di danza che riprendono con il mese di ottobre un po’ in tutte le scuole private e pubbliche della penisola italiana. Con l’importante novità dell’apertura dei Licei coreutici, ancora troppo

La danza vista con gli occhi di un ragazzino

Erano diversi anni fa e stavo combattendo con la revisione dei testi di un convegno sulla danza educativa, cercando di confezionare una buona introduzione, che motivasse la necessità di praticare la danza anche a scuola e fin dalla più tenera

La danza vista con gli occhi di un ragazzino

Erano diversi anni fa e stavo combattendo con la revisione dei testi di un convegno sulla danza educativa, cercando di confezionare una buona introduzione, che motivasse la necessità di praticare la danza anche a scuola e fin dalla più tenera

C’era una volta e c’è ancora

Quando la piccola Louise nacque, molte fate si chinarono sulla sua culla a spiarne benevolmente il respiro; una soltanto però, ebbe l’onore di diventare la sua madrina. Non toccò alla fata Turchina né a Carabosse; non fu Trilly né Melusina.

C’era una volta e c’è ancora

Quando la piccola Louise nacque, molte fate si chinarono sulla sua culla a spiarne benevolmente il respiro; una soltanto però, ebbe l’onore di diventare la sua madrina. Non toccò alla fata Turchina né a Carabosse; non fu Trilly né Melusina.

La domanda cruciale

Mi chiedo spesso: “Esiste una qualità specifica del movimento danzato, che nessun altro tipo di movimento possiede?” In altre parole, che cos’è che fa sì che un certo movimento, o sequenza, si possa inequivocabilmente definire “danza”? Vediamo alcune risposte possibili:

La domanda cruciale

Mi chiedo spesso: “Esiste una qualità specifica del movimento danzato, che nessun altro tipo di movimento possiede?” In altre parole, che cos’è che fa sì che un certo movimento, o sequenza, si possa inequivocabilmente definire “danza”? Vediamo alcune risposte possibili: