Battito d’ali


Prova a sdraiarti per terra e a guardare in alto; puoi contare le ombre? Alza la mano.

Resta così, con il braccio teso nell’aria che curva verso il nero e non chiederti. Gli altri, cosa, perché.

Dimenticati sul pavimento e tenta. Di rotolare, di alzarti in piedi.

Spalanca il corpo contro il vetro, inchinati senza riserve alla sera che entra a mangiarsi lo spazio. Ti arrendi?

Rimani invece, come una sagoma del tiro a segno, con il fiato a disegnare un alone illuminato dai lampioni. Un’aureola che non santifica ma segna il confine.

Oppure infila una manica dell’abito grigio e nero, indossalo fino alle costole. Prova a scivolare via, tra uno zigzag di cartoline dalle vacanze del cuore fino alla tappezzeria fiorata, che ti dirà di cambiare passo.

(Era autunno a Roma, e noi andavamo in un battito d’ali alla deriva)

Advertisements

  1. Francesca Romana Scartozzi

    che bello….

  2. Molto bella…è un tuo scritto? Mi fa pensare a un improvvisazione,libera,intensa,unica,irripetibile.Ciao Monica

    • monicavannucchi

      sì,elisabetta,è un mio scritto ispirato da un lavoro fatto con un’amica e collega, quest’inverno. grazie del tuo commento, un saluto, m.

  3. la regina della patata al forno

    ciao Elisabetta, sono l’amica. Mi piace come hai intuito di cosa si trattasse. Per me è stata un’esperienza intensa, unica e irripetibile proprio come hai scritto, E Monica riesce a cogliere e intuire cose che non sempre sono chiare a chi le fa. Monica sa vedere quello che altri non vedono.
    Paola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: